Home Gattò di patate napoletano

    Gattò di patate napoletano

    2677
    0
    CONDIVIDI

    Il gateau di patate, napoletanizzato col termine “gattò”, è un piatto della tradizione campana creato a Napoli nel 1768 in occasione delle nozze della regina Maria Carolina d’Austria e del re Ferdinando I di Borbone. La regina affidò la cucina di corte ai “monsieur”, cuochi francesi di altissimo rango che i napoletani iniziarono a chiamare monzù, storpiandone la pronuncia. Fu così che i monzù francesi iniziarono a sperimentare ricette francesi con ingredienti tutti napoletani. Come tutte le ricette anche il gateau ha tantissime piccole varianti, a seconda del gusto personale delle tradizioni familiari, ma la ricetta originale prevede l’uso di patate, uova, salame e provola affumicata. C’è chi lo preferisce riposato e chi lo mangia caldissimo con la provola filante, in ogni caso, resta un piatto unico prelibato e ricco di gusto.

    Gattò di patate napoletano
    Print Recipe
    Porzioni Tempo di preparazione
    4 persone 25 minuti
    Tempo di cottura
    30+45 minuti
    Porzioni Tempo di preparazione
    4 persone 25 minuti
    Tempo di cottura
    30+45 minuti
    Gattò di patate napoletano
    Print Recipe
    Porzioni Tempo di preparazione
    4 persone 25 minuti
    Tempo di cottura
    30+45 minuti
    Porzioni Tempo di preparazione
    4 persone 25 minuti
    Tempo di cottura
    30+45 minuti
    Ingredienti
    Porzioni: persone
    Istruzioni
    1. Lavare e lessare le patate con la buccia per 30 minuti o fino a quando infilzandole con una forchetta risulteranno tenere. Poi bisogna scolarle e passarle nello schiacciapatate ancora calde, raccogliendo la purea in una ciotola capiente.
    2. Aggiungere il latte, il latte, il burro, le uova, i formaggi grattugiati, il sale, il pepe e il salame e la provola.
    3. Mescolare bene fino ad ottenere un composto ben amalgamato.
    4. Imburrare e spolverare con il pane grattugiato una tortiera a cerniera da 20 cm di diametro. Mettere 2/3 di composto nello stampo, livellarlo col dorso di un cucchiaio e ricoprire con l'ultima parte del composto messa in un sac a poche munito di bocchetta a stella, distribuendolo su tutta al superficie.
    5. Cospargere con una manciata di pane grattugiato e dei fiocchetti di burro.
    6. Infornare a 180° e cuocere per circa 45 minuti.
    7. Fra riposare il gattò nello tampo per circa 15 minuti prima di trasferirlo nel piatto da portata.
    Powered byWP Ultimate Recipe
    CONDIVIDI
    Ricetta PrecedentePane alla zucca
    Ricetta SuccessivaTorta rustica al pesto e ricotta
    Ersilia
    Non sono una cuoca, sono solo una delle tante persone che adorano pasticciare in cucina e che vogliono condividere con gli altri questa smisurata passione, mettendo a disposizione di tutti ricette di famiglia e non solo.