Home Casetta di pasta frolla al cacao

    Casetta di pasta frolla al cacao

    473
    0
    CONDIVIDI

    Ho sempre voluto fare una casetta così bella e decorata, ma gli anni passati non ne ho avuto mai il tempo e la possibilità. Quest’anno ho deciso che era arrivato il momento e così mi sono messa all’opera aiutata anche da mia figlia Sara che, avendo visto una casetta del genere sul giornale, mi ha chiesto più volte di farla insieme. Quale occasione migliore? Preparare una casetta di pasta frolla insieme con mia figlia per divertirci, per far passare il tempo e per insegnarle già i trucchi del mestiere. Insomma l’ho trovata un’idea davvero fantastica! Tanto più che la realizzazione mi sembrava davvero molto semplice. “E’ un gioco da ragazzi”, ho pensato fra me e me. Invece ci ho messo 3 giorni per finirla tutta! E non è stato per niente un gioco da ragazzi!…altrochè! Preparare la frolla sì, è stato semplice, anche ritagliare i cartoncini con tutte le misure precise della forma dei pezzi della casetta. Anche cuocerla in forno è stato abbastanza semplice. Ma l’assemblaggio….. beh, con l’assemblaggio ci sono stati dei problemi. Cioè, io immaginavo che con la glassa di zucchero le pareti e le parti della casetta si sarebbero attaccati subito o quasi gli uni con gli altri e invece…………. invece mi sono ritrovata ad attaccare pezzo per pezzo e ad aspettare che la glassa si rapprendesse per indurirsi e comportarsi come una colla con tutti i pezzi della casetta. Mamma mia, quante risate e quante parolacce ( a metà) che sono venute fuori quando crollava tutto! Sara rideva come una pazza mentre manteneva il resto della casa che rimaneva su. Mi diceva: ” Mamma, ma questa colla non incolla!”….ed era proprio vero! Ci siamo messe persino sul balcone, sperando che il freddo facesse raffreddare ed indurire la glassa più velocemente. Il tetto poi, che era formato dai due pezzi più grandi e pesanti di tutta la casetta, quello sì che è stato davvero difficile posizionarlo e farlo attaccare! Mi sono poi fatta aiutare da dei vasetti vuoti che ho posizionato sotto per non farli cascare. E per trovarli della misura giusta! Oh, ci stavo quasi rinunciando arrivata a questo punto, ma poi mi sono detta che non mi potevo rassegnare proprio adesso, era diventata una sfida fra me e la casetta. E dopo qualche ora anche il tetto ero riuscita a metterlo KO. Adesso non rimaneva che l’ultimo componente: il camino. Ho odiato quel camino dalle prime cimque volte che si è staccato in tutte le sue 4 parti. Non ne voleva proprio sapere di prendere forma e poi di incollarsi sul tetto della casetta! Ma qualche ora dopo e una mezz’oretta passata sul balcone alle 10 di sera a mantenerlo fermo, immobile per farlo attaccare, direi che ci sono riuscita! Certo mi verrà un malanno, ma posso dire che ne è valsa la pena! La casetta è venuta benissimo e a Sara, a Simone e a Daniele brillavano gli occhi quando l’hanno vista completata, piena di neve, con le panchine, i confettini, la legna pronta da ardere e l’alberello vicino la finestra. Vedere il loro sguardo, la loro felicità mi ha ripagata di tutto lo sforzo fatto per realizzarla. Il problema adesso è un altro: “…..mamma, quando la possiamo mangiare?”. Oddio, hanno ragione. Loro sanno che la casetta è fatta di pasta frolla, che si mangia tutta. Ma come faccio per riuscire a mantenere la casetta in buone condizioni fino a…..?Insomma, la casetta mi serve per esporla, per mostrarla a…… cioè mi serve intera!….Devo fare una cosa, ma per adesso non voglio ancora anticiparvi niente, lo scopriremo strada facendo!

    Per adesso, lascio la ricetta ai più coraggiosi che come me vorranno cimentarsi in quest’impresa! Buona fortuna!

     

    Casetta di pasta frolla al cacao
    Print Recipe
    Porzioni Tempo di preparazione
    1 casetta 1 ora per la frolla
    Tempo Passivo
    infinito!
    Porzioni Tempo di preparazione
    1 casetta 1 ora per la frolla
    Tempo Passivo
    infinito!
    Casetta di pasta frolla al cacao
    Print Recipe
    Porzioni Tempo di preparazione
    1 casetta 1 ora per la frolla
    Tempo Passivo
    infinito!
    Porzioni Tempo di preparazione
    1 casetta 1 ora per la frolla
    Tempo Passivo
    infinito!
    Ingredienti
    Per la frolla al cacao
    Per la glassa
    per decorare
    Porzioni: casetta
    Istruzioni
    1. Iniziamo preparando la pasta frolla. Inserire nel boccale del bimby o di un mixer tutti gli ingredienti per la frolla. Azionare 20 secondi vel.4/5. Una volta pronto l'impasto formare con esso un panetto che copriremo con carta pellicola e faremo riposare in frigo per 1 ora.
    2. Riprendere il panetto, stendere l'impasto come una sfoglia, non troppo sottile di 4-5 mm di spessore.
    3. Preparare le sagome per creare tutte le parti della casetta. Su un cartoncino bianco, abbastanza rigido, con righello e matita, disegniamo tutti i componenti, seguendo le misure indicate dal disegno in basso. Si dovrà ottenere una sagoma pentagonale per la facciata e il retro della casetta (quindi 2), una sagoma quadrata per il tetto (quindi 2), e una sagoma rettangolare per i lati (quindi 2). Disegnare anche le figure geometriche che serviranno per fare il comignolo. Ritagliare poi le 7 figure con le forbici.
    4. Appoggiare una sagoma per volta sulla sfoglia e ritagliare la pasta a filo della sagoma con un coltello molto affilato o con una rotella liscia.
    5. Ricorda che bisogna ritagliare le 3 sagome più grosse 2 volte, così da ottenere le 6 strutture essenziali della casetta; le 2 falde di tetto quadrate, parete frontale e posteriore e le 2 pareti laterali rettangolari.
    6. Incidere la parete frontale con un tagliapasta ovale per ottenere la porta e con uno a forma di stella per ottenere la finestra al primo piano.
    7. Con un piccolo tagliapasta rettangolare disegnare la struttura delle finestre sulle pareti laterali. Trasferire tutte le parti della casetta (già tagliate su un foglio di carta forno) su una teglia e cuocere in forno caldo a 180° per 10 minuti. Dopodichè sforniamole e lasciamole raffreddare.
    8. Adesso prepariamo la glassa. Montare lo zucchero a velo con gli albumi e il succo di limone per 5 minuti in modo da ottenere una glassa lucida e soda. Trasferirla poi in un sac a poche senza beccuccio. Io ho tagliato la punta del sac a poche formando un beccuccio con un apertura molto piccola.
    9. Disegnare le tegole, le porte, le finestre e altri particolari che più vi piacciono. Lasciare perfettamente indurire la glassa di zucchero.
    10. Montare la casetta su un vassoio piatto, incollando con la glassa prima le pareti laterali alle facciate e al vassoio, poi le 2 parti di tetto ed infine il comignolo.
    11. Una volta indurito il tutto si può decorare a proprio piacimento la casetta, simulando la neve con lo zucchero o lo zucchero a velo, aggiungendo particolari come panchine di wafer e abeti di pasta di zucchero.
    12. Eccola qui, bella e pronta per questo magico Natale che sta arrivando!
    Powered byWP Ultimate Recipe
    CONDIVIDI
    Ricetta PrecedenteAlberelli dolci sullo stecco
    Ricetta SuccessivaPalle di Natale dolci
    Ersilia
    Non sono una cuoca, sono solo una delle tante persone che adorano pasticciare in cucina e che vogliono condividere con gli altri questa smisurata passione, mettendo a disposizione di tutti ricette di famiglia e non solo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here